Semi di carota Berlicum in busta L'orto di Semar

1,30 €
Tasse incluse

Semi di carota Berlicum in busta L'orto di Semar

  • PRONTA CONSEGNA e SPEDIZIONE PREVISTA IN 24/48h
 

Spese di spedizione da € 11,50, GRATIS IN ITALIA oltre € 120 *escluso merce pesante/voluminosa

 

Reso garantito entro 14 giorni dal ricevimento della merce.

 

Professionista? Contattaci per un preventivo personalizzato!

La carota Berlicum (daucus carota sativus - fam. Ombrellifere) è una varietà di carota a radice cilindrica, ottusa di colore rosso vivo, senza cuore a ciclo medio-precoce.

Il periodo di semina consigliato in pieno campo inizia a Febbraio e termina ad Agosto. La distribuzione della semente avviene a file ad una profondità massima di 2 mm.. Il diradamento inizia di solito - a seconda del periodo scelto per la semina - a Marzo e termina a Settembre. Le distanze definitive per la coltivazione saranno di cm. 25 da fila a fila, cm. 5-10 sulla fila. La semente impiega circa 15-20 gg. per germinare e per il raccolto sono necessari 80 - 120 gg. Il raccolto di solito inizia a Maggio e termina a Novembre.

In semina diretta la quantità è di 5 gr. per 10 ma.
1 gr. di semente possiede circa 700 semi ( a seconda della granulometria ).


CONSIGLI VI COLTIVAZIONE

Il terreno indicato per la coltura deve essere molto ben preparato, mondo da infestanti, lavorato fino ad un massimo di profondità di 60 cm, sciolto, sabbioso, senza sassi ben concimato sia con prodotti organici che chimici, con un PH neutro tendente all’acido ( con valore prossimo a 7). I concimi chimici di cui la coltura necessita sono, nitrato di calcio e nitrato ammonico. Attenzione ai concimi organici quale il letame, perché potrebbe provocare infezioni al fittone. Gli apporti di concimi azotati devono essere moderati, in quanto l’eccessiva presenza nei tessuti di azoto faciliterebbe la formazione di marciumi e sclerotinia.

La temperatura ideale di crescita è tra i 15 e i 20° e non dovrebbe mai scendere sotto gli 8°. In estate si consiglia di ricoprire il seme con sabbia e terra/torba sminuzzata con spessore di circa 1 mm. schiacciandolo con un rullo.

CURIOSITÀ’


La Carota commestibile (daucus carota sativus) deriva probabilmente dalla migliorazione e selezione della varietà selvatica (daucus carota typicus); si ritiene che la sua diffusione abbia avuto origine quasi contemporaneamente dall’Europa, dall’Asia e dall’Africa settentrionale. La coltivazione di questa Ombrellifera richiede determinate caratteristiche così riassumibili: clima temperato, terreni profondi, freschi, sabbiosi quindi drenanti. Da evitare zone di coltivazione con forti escursioni termiche e soggette a temperature molto elevate.


Per evitare che le radici si deformino biforcandosi è essenziale curare la preparazione del terreno che deve essere di tipo sabbioso privo di sassi e infestanti, lavorato in profondità; particolare attenzione dovrà essere posta per il diserbo del terreno che si potrà effettuare a seconda della superficie, manualmente o chimicamente. E’ molto importante scegliere il periodo ottimale per la semina poiché se le piante vengono rallentate nella 1° fase dello sviluppo in conseguenza della scarsa temperatura, con temperature più alte potrebbero montare facilmente a seme non producendo così dei fittoni adeguati. Come rotazione agraria per non privare il terreno delle stesse sostanze od incorrere in problemi fitopatologici si consiglia di non far seguire alla coltivazione di BIETOLA la cultivar di CAROTA, in quanto si potrebbero manifestare problemi all’apparato radicale. Prestare particolare attenzione se il colletto dell’ortaggio tenda a mostrarsi in fase di accrescimento, ricoprendolo di terra (rincalzatura) poiché i raggi solari lo farebbero virare al verde, facendo perdere all’ortaggio la giusta tenerezza. Dai semi viene estratto un olio che viene utilizzato sia nell’industria alimentare, sia in cosmetica. Esso contiene principi importanti tra i quali la carotina, il limonene e il pinene, nonché l’acido isobutirrico, paimitico, e butirrico. La CAROTA è un vero contenitore naturale di sostanze terapeutiche e nutritive. E’ costituita in particolar modo da acqua, minime quantità di proteine e tracce di lipidi. I minerali presenti in notevole quantità sono: il potassio, il sodio, il calcio, il fosforo; a seguire il ferro. Tra le vitamine si segnala la notevole presenza di vitamina A (betacarotene);su gr.100 sono presenti mg. 1148. Di seguito la vitamina B1 e B2, la PP e la C. Il betacarotene , nel nostro organismo, svolge importanti funzioni; la più conosciuta è quella di concorrere nella produzione della melanina (sostanza naturale prodotta dal nostro corpo per proteggerci dall’azione invecchiante dei raggi solari i quali aumentano la produzione dei
Radicali Liberi). In più il betacarotene ci protegge dall’azione cancerosa degli agenti chimici, migliora lo stato di salute della struttura osseo-scheletrica, aumenta le difese immunitarie contro gli agenti tossici esterni, migliorando l’acutezza visiva.

PARASSITI

  • Vegetazione: afidi, macaone.
  • Radici: mosca, nematodi.


MALATTIE

  • Vegetazione: aiternaria.
  • Radici: sclerotinia, marciumi.


VARIE

  • Radici: spaccature (si consiglia nel periodo prossimo alla raccolta quando i fittoni hanno quasi raggiunto le dimensioni definitive di moderare le irrigazioni).

00006132

Riferimenti Specifici

Ean13
8017778037215

Commenti Nessun cliente per il momento.

Nuovo Registro conti

Already have an account?
Entra invece Oppure Resetta la password